Vediamo di seguito cosa si cela dietro al termine Balanopostite e Balanite: spesso un nome unico cela molte condizioni del tutto dissimili fra loro

Negli ultimi anni, nel sesso maschile, tali patologie hanno aumentato la loro incidenza e la loro prevalenza a carico di tutte le fasce di età; l’aumento delle manifestazioni genitali di questo genere è direttamente proporzionale all’aumento delle MST (Malattie Sessualmente Trasmissibili) anche in Italia e dall’aumento dell’attenzione dei pazienti nei confronti della Salute dell’apparato genitale; per tale ragione è fondamentale asserire che il rapporto fra il Medico esperto di queste patologie (il Venereologo, esperto di cute e mucose genitali) deve essere considerato come una tappa sicura ed imprescindibile ogniqualvolta manifestazioni cliniche o dubbi, possono far ipotizzare patologie a carico dell’apparato genitale esterno.
con la dizione BALANITE si indicano quadri patologici a carico esclusivo del Glande, con risparmio totale o prevalente della lamina prepuziale interna e/o esterna (la pelle che ricopre il glande)

Con la dizione BALANOPOSTITE si indicano quadri morbosi a carattere infiammatorio e/o infettivo localizzati a livello del glande solco, lamina interna del prepuzio.

Con il termine postite invece si indentificano quadri esclusivi di interesse della sola lamina prepuziale interna.
Le due patologie spesso indicano lo stesso quadro morboso, ma non sempre è così:
Esistono difatti situazioni connesse a più patologie associate sul pene; questo capita ad esempio quando il paziente utilizzando medicamenti impropri (terapie fai-da-te o prescrizioni non specialistiche) sovrappone alla malattia di base (che non viene quindi curata), irritazioni, allergie o altre infezioni (vedi micosi da medicamenti steroidei et cetera).